Radici – Il racconto delle origini

π‘π‘Žπ‘Ÿπ‘Ÿπ‘Žπ‘ π‘– π‘β„Žπ‘’ π‘Žπ‘– π‘‘π‘’π‘šπ‘π‘– 𝑑𝑒𝑔𝑙𝑖 π΄π‘›π‘”π‘–π‘œπ‘–π‘›π‘– π‘Žπ‘£π‘’π‘ π‘ π‘’ πΆπ‘œπ‘Ÿπ‘™π‘’π‘‘π‘œ π‘’π‘›π‘Ž π‘“π‘œπ‘Ÿπ‘‘π‘’ π‘Ÿπ‘œπ‘π‘π‘Ž, π‘œπ‘£π‘’ 𝑠𝑖 π‘Ÿπ‘–π‘“π‘’π‘”π‘–π‘Žπ‘ π‘ π‘’π‘Ÿπ‘œ 𝑔𝑙𝑖 π‘–π‘›π‘ π‘œπ‘Ÿπ‘‘π‘– π‘Ž π‘“π‘Žπ‘£π‘œπ‘Ÿ 𝑑𝑖 πΆπ‘œπ‘Ÿπ‘Ÿπ‘Žπ‘‘π‘–π‘›π‘œ, 𝑒 π‘Ž π‘™π‘œπ‘Ÿπ‘œ π‘ π‘π‘Žπ‘šπ‘π‘œ, π‘‘π‘œπ‘π‘œ π‘™π‘Ž π‘π‘–π‘’π‘‘π‘œπ‘ π‘Ž π‘ π‘’π‘Ž 𝑓𝑖𝑛𝑒…”

Scriveva cosΓ¬ E. Pani Rossi in β€œLa Basilicata”, nel 1972.

L’episodio, menzionato da Enrico Ierardi nella sua opera maxima su Corleto, ci ha permesso di riscoprire e indagare la #Storia delle #origini perchΓ©, per quanto importante sia stata la parentesi risorgimentale, Corleto deve prendere coscienza di tutto il suo passato.

BenchΓ© le vicende belliche del 1943 abbiano cancellato le tracce visibili di quel mondo, oggi forse sconosciuto,
β€œRadici – il racconto delle origini” ci farΓ  fare un viaggio nel #medioevo attraverso professionisti e associazioni che studiano scientificamente quello che Γ¨ talvolta definito come β€œil periodo buio” e lo fanno rivivere attraverso le varie rievocazioni.

Historia, a cui Γ¨ affidato l’allestimento dell’accampamento e la relativa rievocazione storica, Γ¨ tra i soci fondatori dell’associazione del Centro Studi Normanno-Svevi dell’universitΓ  di Bari; collabora attivamente con la cattedra di Storia Medievale e con il Centro Studi Normanno-Svevi dell’universitΓ  di Bari, nonchΓ© con le istituzioni del territorio.

Il programma sarΓ  denso di eventi: dalla Passeggiata condivisa con l’Auser, al convegno tenuto dalla Prof.ssa Del Puente sulle tracce arabo normanne nel dialetto di Corleto. Tanti sono gli spettacoli che evocheranno il mondo arabo-normanno, dalla danza araba a quella del #fuoco fino a quelli della Bitmovies Falconeria e degli archibugieri e pistonieri cavensi.

SarΓ  un viaggio anche gastronomico, grazie alla collaborazione delle attivitΓ  di ristorazione e delle macellerie locali.

I ritmi del canzoniere del sud dei Tarantanova Canzoniere del Sud e le melodie medievali degli Odor Rosae Musices et Chorus concluderanno rispettivamente le due serate.