Bentornati nel vostro PAESE – Agli emigrati di Corleto

IMG_1804

Tu sei Corleto, una volta terra di cornioli, ricca di boschi, pecore ed altri animali.
Sei una mamma che si sacrifica per i tanti figli avuti e cresciuti,ma poi fuggiti…

Tu sei Corleto posta sulla roccia ed intorno alla pietra;
sei fredda e sembri senza cuore.
Sei come la tua terra che è dura da lavorare, sei come il nostro
dialetto pieno ed aspro…

Eppure chi ti lascia porta nel cuore la piazza, il campanile che scandisce le ore, tarantelle, chiacchierii e rumori;

Stremato per il lavoro nella ferriera desidera il cocomero rinfrescato nell’acqua della “Bandiera”; confuso, nervoso e quasi malato desidera la salubrità della “Lata” e sogna l’acqua della “Pietra Iaccata

Tu sei Corleto, posta sulla roccia ed intorno alla pietra: Sei fredda e senza cuore eppure, tu, così riesci a tenere CALORE.
G. Massaro

Tanti concittadini sono emigrati nel corso degli anni per motivi di lavoro in varie parti del mondo, ma non hanno mai rescisso il cordone ombelicale che li lega alle proprie origini, alle proprie tradizioni; non hanno mai dimenticato i profumi e i colori della nostra terra. E’ ad essi che ci rivolgiamo per rinsaldare quel ponte che già esiste tra mondi geograficamente lontani ma vicinissimi nell’anima.
A voi che in questo periodo di ferie, tornate alle vostre case; nella vostra terra di origine; in quei luoghi che vi hanno visti nascere e crescere, giunga l’augurio di poter ritrovare sempre i vostri affetti più cari, e l’abbraccio di una madre che è sempre disposta ad accogliere i propri figli.
BENTORNATI NEL VOSTRO PAESE.

Il Presidente della Pro Loco,
Il Consiglio di Amministrazione,
I Soci.

Foto: Michele Luongo